Come fare per ottenere il visto O-1 e lavorare negli USA

Uno dei visti diffusi tra gli espatriati in USA è il visto O-1. Viene assegnato a chi è dotato di particolari attitudini artistiche o sportive.. Questa definizione più ampia allarga di molto il campo di applicazione del visto O-1, che viene quindi concesso a chiunque possa vantare il possesso di particolari abilità creative. E’ importante anche avere offerte di lavoro negli USA.

Esistono due tipologie di visto O-1, il visto O-1A, dedicato a persone con una straordinaria abilità nelle scienze, istruzione, affari o l’atletica e il visto O-1B, per individui con una straordinaria abilità nelle arti o con un eccezionali risultati nell’industria televisiva.

Il primo dei due è quello più difficile da ottenere in quanto risulta più complesso dimostrare in questi ambiti (scienze, istruzione, affari e atletica), il possesso di abilità straordinarie. Solo le persone che eccellono in questi campi hanno diritto al rilascio di questo tipo di visto. Non si tratta quindi di un visto alla portata di tutti. Per richiedere questo visto occorrono almeno tre dei seguenti requisiti:

  • aver conseguito un premio nazionale o internazionale riconosciuto come simbolo di eccellenza in un determinato settore
  • essere parte di un’associazione che richiede l’ottenimento di risultati di rilievo in un determinato settore
  • dimostrare l’esistenza di pubblicazioni o articoli che parlano di sè
  • aver rivestito il ruolo di giudice del lavoro di altri che operano nello stesso settore
  • aver scritto pubblicazioni scientifiche
  • aver ricoperto ruoli chiave per enti e organizzazioni di rilievo
  • aver ricevuto o ricevere uno stipendio elevato rispetto ad altri operanti nello stesso settore

In alternativa bisogna aver conseguito premi nel proprio settore di competenza.

Il visto O-1B viene assegnato a chi ha competenze più specificatamente artistiche.

Esso è riservato a due categorie di artisti:

  • chi opera nell’industria cinematografica e televisiva:
    ⁃ regista/movie director
    ⁃ videographer
  • chi si occupa di belle arti
    ⁃ cantante / vocalist
    ⁃ vocal coach
    ⁃ make up artist
    ⁃ modella
    ⁃ pittore
    ⁃ scultore
    ⁃ compositori
    ⁃ musicisti in generale

Dimostrare di possedere abilità straordinarie nell’ambito cinematografico e televisivo è più difficile. E’ richiesto infatti che il soggetto che ne faccia richiesta sia particolarmente illustre. Può aiutare aver conseguito un premio importante, come un Oscar o un Grammy, o anche solo aver ricevuto una candidatura per questi premi. Oppure aver vinto premi a festival quali Giffoni, Venezia, Sanremo, Cannes, Berlino ecc..

Nell’ambito delle belle arti è sufficiente aver ottenuto risultati positivi nel proprio campo e poterlo dimostrare con prove documentali. Questa categoria è la più ampia, nella quale si fa rientrare un corposo numero di professionisti in quanto si considera arte qualsiasi attività creativa. Quindi non solo pittori, ma anche fotografi, designer, architetti, scrittori e persino cuochi, pizzaioli, parrucchieri, agronomi, esperti in pietre preziose possono rientrare in questa categoria.

Per ottenere questo visto bisogna aver conseguito almeno tre dei seguenti risultati:

  • ruolo cruciale in rappresentazioni, organizzazioni o enti illustri
  • fama nazionale o internazionale, testimoniata dalla stampa
  • successo testimoniato dal pubblico o dalla critica
  • compenso superiore alla media

Il visto O1 viene concesso fino a tre anni ed è rinnovabile.

Contatta lo studio legale Carlo Castaldi per una prima consulenza gratuita in materia di visto O1 visto per abilità straordinarie, green card, processo EB-1 green card per abilità straordinarie (avvocato immigrazione USA). Visto O1 negato. 

Le informazioni contenute in questo articolo sono a scopo informativo e non fanno riferimento alla particolare situazione di un individuo o di una persona giuridica. Non costituiscono oggetto di consulenza legale o fiscale. Questi contenuti non possono sostituire la consulenza individuale da esperti in singoli casi concreti. Nessuno dovrebbe agire sulla base di queste informazioni senza un’adeguata consulenza professionale e senza un esame approfondito della situazione.